Facilitare l'inserimento e la rimozione del pessario

Devi solo prenderci la mano! Stai tranquilla: dopo pochi giorni ti sarai abituata e sarai in grado di maneggiare il tuo pessario in tutta facilità.

Durante la consulenza di prova dei pessari con il tuo medico o la tua ostetrica, non esitare a chiedere di insegnarti a inserirlo e rimuoverlo e effettua  diverse prove in ambulatorio per essere sicura di essere pronta quando sarai a casa. La tecnica può variare a seconda del modello di pessario che ti verrà prescritto.

Se gestire un determinato modello di pessario ti sembra troppo difficile o scomodo, prova altri modelli durante la consulenza e scegli quello più adatto a te. Raramente un solo modello è quello appropriato: il più delle volte è possibile scegliere tra 2 modelli che correggono in modo efficace i sintomi e si adattano bene all’anatomia di ogni donna.

Ti consigliamo di utilizzare un po’ di gel lubrificante per facilitare l’inserimento del pessario. Ricorda di utilizzare solo gel lubrificante a base d’acqua poiché un gel di altro tipo potrebbe danneggiare il pessario.

Non esitare a rendere il tutto più semplice grazie a una corretta respirazione, che puoi apprendere ad esempio dalle tecniche dello yoga. Anche l’utilizzo di uno specchio può aiutarti a visualizzare meglio e rassicurarti.

Qui trovi le audioguide da ascoltare quando inserisci o rimuovi il pessario per la prima volta. Abbiamo realizzato queste guide per accompagnarti passo dopo passo nelle tue prime esperienze con il pessario, per aiutarti a familiarizzare con questo nuovo strumento con la massima tranquillità e per farti sentire che non sei da sola 🙂

Ogni donna ha il proprio metodo: le istruzioni per l’utilizzo del pessario e le tante risorse disponibili sul nostro sito web (guide scritte e audioguide) sono presenti  per mostrarti come procedere in linea generale, ma poi potrai trovare tu stessa il metodo più adatto a te. Fai ciò che  funziona meglio per te, non esitare a provare nuove posizioni o nuovi modi per maneggiare il pessario. Stai tranquilla, non puoi sbagliarti. Ogni pessario è progettato per essere posizionato facilmente. È davvero molto difficile sbagliare e posizionarlo in modo errato. In linea generale, non devi far altro che spingerlo delicatamente in profondità all’interno della vagina e lasciare che prenda la propria forma e si posizioni naturalmente.

La vagina è uno spazio chiuso dalla cervice (collo dell’utero) e dal cosiddetto “cul-de-sac”o fornice posteriore della vagina. Il pessario non potrà quindi andare da nessuna parte e non correrai alcun rischio inserendolo e spingendolo in profondità nella vagina.

E se è posizionato male?

Lo scoprirai subito: non appena ti alzi o inizi a muoverti, un pessario mal posizionato sarà fastidioso o cadrà. In questo caso, non dovrai far altro che spingerlo più in profondità. Assicurati di essere in grado di andare in bagno normalmente e che il pessario non cada nel water (soprattutto durante le prime defecazioni; se necessario, fai scorrere un dito per tenere il pessario nella vagina e non spingere, alza i piedi su uno sgabello  fisiologico).

Un pessario posizionato in modo corretto non si sente affatto, indipendentemente da quello che fai durante la giornata. È progettato per essere talmente confortevole da dimenticarne la presenza.

Guida all'inserimento e alla rimozione

1. Assicurati che le mani siano pulite e asciutte (se hai le mani bagnate, le dita potrebbero scivolare sul pessario e renderlo così più difficile da maneggiare).

2. Metti una piccola quantità di gel lubrificante a base d’acqua sull’estremità del pessario che inserirai nella vagina (non applicarne troppo perché se il pessario diventa troppo scivoloso diventa più difficile da maneggiare).

3. Mettiti nella posizione che ritieni più comoda: in piedi con un piede appoggiato su uno sgabello, seduta sul water o sul bidet, sdraiata sul letto

4. Tieni il pessario con la mano dominante e rendilo il più piccolo possibile per facilitarne l’inserimento. Il pessario ad anello e il dish si piegano facilmente in 2.

5. Con l’altra mano, separa le piccole labbra.

6. Inserisci tutto il pessario con delicatezza. Lascia che riacquisti la sua forma naturale e poi spingilo delicatamente il più lontano possibile senza farti male lungo la parete posteriore della vagina, esercitando una leggera pressione verso la parte posteriore della vagina (verso la schiena).

1. Assicurati che le mani siano pulite e asciutte.

2. Se necessario, lubrifica leggermente la vagina con un po’ di gel lubrificante a base d’acqua (tieni presente che questo passaggio non è davvero necessario e può rendere le dita scivolose e, di conseguenza, il pessario più difficile da maneggiare).

3. Mettiti nella posizione che ritieni più comoda: in piedi con un piede appoggiato su uno sgabello, seduta sul water o sul bidet, accovacciata, sdraiata sul letto

4. Inserisci l’indice della mano dominante nella vagina fino a trovare il pessario e, una volta trovato, aggancialo. Tiralo delicatamente verso il basso, anche utilizzando altre dita, se necessario. Tiralo leggermente verso la parete posteriore della vagina (verso la schiena).

5. Se porti un pessario cubico , fai scorrere il dito tra i vari lati del pessario e le pareti della vagina per eliminare l’effetto ventosa prima di tirarlo. Ricorda, in particolare, di non tirare la cordiccella  perché se il cubico  è ancora aderente alle pareti rischi di farti male (anche per questo la cordicella  si spezzerà se la tiri senza aver prima eliminato l’effetto ventosa).

6. Estrai il pessario e puliscilo, per reinserirlo poi quando lo desideri.

Cosa succede se non riesco a rimuovere il pessario?

 

Prima fase: non preoccuparti, non c’è fretta. Se non riesci a rimuovere il pessario non succede nulla di male.

Seconda fase: rilassati e respira a fondo e in modo corretto, una tecnica che puoi apprendere dallo yoga, ad esempio. Non esitare a fare una breve seduta di meditazione o una sessione di rilassamento per tranquillizzarti. Più sei tesa, più tesi saranno i muscoli e la parete vaginale e più difficile sarà raggiungere e rimuovere il pessario. Quando il perineo è contratto fa sì che il pessario “risalga”. Quando il perineo è rilassato, invece, fa sì che il pessario “scenda”, rendendolo così più facile da afferrare.

Scopri le nostre meditazioni intime qui: Meditazioni guidate

Prova diverse posizioni per vedere se una di queste ti consente di rimuovere il pessario con maggiore facilità: in piedi con un piede su una sedia, in piedi con le ginocchia piegate, seduta sul water o sul bidet, accovacciata, sdraiata sulla schiena

  • Per facilitare la rimozione, non esitare a utilizzare uno specchio per vedere ciò che fai, dove si trova il pessario e come si presenta.
  • Se necessario, puoi utilizzare un po’ di lubrificante per rendere la rimozione del pessario ancora più semplice. Tieni però presente che l’utilizzo del lubrificante può rendere le dita scivolose e, di conseguenza, il pessario più difficile da maneggiare.
  • Se non riesci a raggiungere il pessario con le dita, fai un respiro profondo, rilassa il più possibile il perineo e, se necessario, spingi verso il basso, proprio come se avessi un movimento intestinale. Questo ti aiuterà a far scendere il pessario e renderlo più accessibile. È importante respirare in modo corretto ed essere rilassata.
  • Fai un bagno caldo. L’acqua e il calore aiutano i muscoli a rilassarsi. Questo può aiutarti a rimuovere il pessario con maggiore facilità.
  • Se i vari tentativi che hai fatto non hanno avuto successo, prenditi una piccola pausa e riprova più tardi. Sul momento, lo stress e l’irritazione possono renderti meno agile e probabilmente tutto risulterà più facile una volta che ti sarai rilassata e che avrai lasciato passare un po’ di tempo.

Non esitare a consultare le istruzioni per l’utilizzo del pessario o la scheda del prodotto su www.mylittlepessaire.com per ottenere ulteriori consigli.

Se comunque non riesci a rimuovere il pessario, un professionista sanitario può aiutarti: il medico di base, il tuo ginecologo, l’ostetrica, il fisioterapista o un infermiere.

Guides audio "Premières fois avec mon pessaire"

Istruzioni specifiche secondo il modello di pessario

INSERIMENTO DEL PESSARIO AD ANELLO

Inserire un pessario ad anello è molto semplice. Tuttavia, come per tutte le prime volte (ad esempio nel caso di un assorbente interno o di una coppetta mestruale), possono essere necessari alcuni giorni per abituarsi a maneggiarlo e trovare la propria tecnica.

Può essere utile servirsi di uno specchio le prime volte.

Assicurati che le mani siano pulite e asciutte: le mani umide che scivolano sul pessario lo rendono più difficile da maneggiare.

  1. Scegli la posizione che ti sembra più comoda: ad esempio, in piedi con un piede appoggiato su una sedia o sul water, seduta sul water o il bidet ,sdraiata sul letto. Rilassati: non c’è alcun rischio di farsi male durante l’inserimento del pessario. Non ci sono rischi, te la caverai benissimo!
  2. Con il pollice e l’indice della mano dominante sull’asse perpendicolare all’asse delle due tacche, piega il pessario ad anello in due, formando un arco.
  3. Metti una piccola quantità di lubrificante a base d’acqua sull’estremità del pessario che inserirai per prima nella vagina. Non lubrificare tutta la superficie del pessario, altrimenti questo diventa scivoloso e difficile da maneggiare. Presta particolare attenzione a non utilizzare un gel lubrificante a base di silicone o vaselina (questi prodotti possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale).
  4. Con la mano libera, allarga le piccole labbra per liberare l’ingresso della vagina e facilitarne l’apertura. Avvicina l’estremità lubrificata all’ingresso della vagina.
  5. Inserisci delicatamente l’estremità lubrificata del pessario nella vagina e spingi delicatamente fino a inserire l’intero pessario. Lascia che si dispieghi tornando così naturalmente alla forma di un anello.
  6. Spingi delicatamente il pessario lungo la parete posteriore della vagina, esercitando una leggera pressione all’indietro (verso la schiena), finché non avverti una certa resistenza. Il pessario si posiziona da sé in modo naturale, non sussiste il rischio di posizionarlo in modo errato. Nessuna preoccupazione: la vagina è chiusa dalla cervice e dal cosiddetto “cul-de-sac” o fornice posteriore della vagina. Il pessario non può quindi in alcun modo andare oltre all’interno del corpo.

RIMOZIONE DEL PESSARIO AD ANELLO

  1. Assicurati che le mani siano pulite e mettiti nella posizione che ritieni più comoda: in piedi con un piede appoggiato su una sedia, seduta sul water o bidet, o sdraiata sul letto.
  2. Se necessario, lubrifica un po’ la vagina utilizzando un lubrificante a base d’acqua.
  3. Inserisci l’indice della mano dominante nella vagina fino a trovare il bordo dell’anello. Se non riesci a raggiungerlo, spingi come se avessi un movimento intestinale per farlo scendere finché non sei in grado di toccarlo.
  4. Aggancia l’anello con il dito. Tira delicatamente per far inclinare il pessario, quindi continua a tirare verso il basso e un pochino all’indietro (verso il retto) finché il pessario non è completamente fuori dalla vagina.
  5. Per rendere il tutto più facile, puoi anche girare il pessario finché le due tacche non si trovano nella parte anteriore e posteriore della vagina. Piegalo lungo l’asse delle tacche, posizionando il pollice e l’indice sui lati opposti del pessario, quindi estrailo delicatamente dalla vagina.
  6. Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro, quindi lascialo asciugare in uno spazio pulito finché non vuoi utilizzarlo nuovamente. Puoi reinserirlo anche subito o attendere di averne bisogno.

    

MANUTENZIONE DEL PESSARIO AD ANELLO

Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro.

  1. Prepara una soluzione mescolando sapone neutro con acqua calda.
  2. Immergi il pessario nella soluzione e lascialo in ammollo per 5 minuti.
  3. Pulisci il pessario nell’acqua per almeno 15 secondi servendoti di uno spazzolino a setole morbide (ad esempio, uno spazzolino da denti).
  4. Sciacqualo poi abbondantemente sotto l’acqua corrente per almeno 30 secondi.
  5. Lascia asciugare il pessario.

Se lo desideri, puoi anche utilizzare una soluzione detergente studiata specificamente per la pulizia di dispositivi e accessori intimi.

Anche se il pessario ad anello può essere portato ininterrottamente per diversi mesi, è sempre meglio rimuoverlo e lavarlo di tanto in tanto (l’intervallo ideale è una settimana).

Precauzioni d’impiego

  • È necessario il supporto di un professionista sanitario per scegliere il pessario giusto e garantire un adeguato follow-up.
  • In caso di infezione o ulcera vaginale è necessario rimandare l’utilizzo del pessario.
  • Non utilizzare il pessario se sei allergica al silicone.
  • Le misure 11, 12 e 13 contengono un’asticella di metallo. Il pessario va rimosso in caso di radiografia o risonanza magnetica.
  • Utilizzare solo gel lubrificante a base d’acqua a contatto con il pessario. Gel lubrificanti di altro tipo (a base di silicone, olio o vaselina) possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale.

INSERIMENTO DEL PESSARIO AD ANELLO CON SUPPORTO

Inserire un pessario ad anello è molto semplice. Tuttavia, come per tutte le prime volte (ad esempio nel caso di un assorbente interno o di una coppetta mestruale), possono essere necessari alcuni giorni per abituarsi a maneggiarlo e trovare la propria tecnica.

Può essere utile servirsi di uno specchio le prime volte.

Assicurati che le mani siano pulite e asciutte: le mani umide che scivolano sul pessario lo rendono più difficile da maneggiare.

  1. Scegli la posizione che ti sembra più comoda: ad esempio, in piedi con un piede appoggiato su una sedia o sul water, seduta sul watero sul bidet o sdraiata sul letto. Rilassati: non c’è alcun rischio di farsi male durante l’inserimento del pessario. Non ci sono rischi, te la caverai benissimo!
  2. Posizionando il pollice e l’indice della mano dominante all’altezza dei 2 fori più grandi della membrana, piega il pessario ad anello in due lungo l’asse delle 2 tacche, in modo da formare un arco.
  3. Metti una piccola quantità di lubrificante a base d’acqua sull’estremità del pessario che inserirai per prima nella vagina. Non lubrificare tutta la superficie del pessario, altrimenti questo diventa scivoloso e difficile da maneggiare. Presta particolare attenzione a non utilizzare un gel lubrificante a base di silicone o vaselina (questi prodotti possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale).
  4. Con la mano libera, allarga le piccole labbra per liberare l’ingresso della vagina e facilitarne l’apertura. Avvicina l’estremità lubrificata all’ingresso della vagina.
  5. Inserisci delicatamente l’estremità lubrificata del pessario nella vagina e spingi delicatamente fino a inserire l’intero pessario. Lascia che si dispieghi tornando così naturalmente alla forma di un anello.
  6. Spingi delicatamente il pessario lungo la parete posteriore della vagina, esercitando una leggera pressione all’indietro (verso la schiena), finché non avverti una certa resistenza. Il pessario si posiziona da sé in modo naturale, non sussiste rischio di posizionarlo in modo errato. Nessuna preoccupazione: la vagina è chiusa dalla cervice e dal cosiddetto “cul-de-sac”o fornice posteriore della vagina. Il pessario non può quindi in alcun modo andare oltre all’interno del corpo.
  7. Dopo aver posizionato il pessario, fallo ruotare di 90 gradi in modo che le due tacche dell’anello si trovino a sinistra e a destra della vagina. In questo modo il pessario non potrà né cadere né piegarsi mentre lo indossi.
  8. La cervice deve trovarsi al centro dell’anello. Se posizionato in modo corretto, generalmente il pessario non è visibile quando si allargano le piccole labbra. Se lo desideri, puoi verificare con l’aiuto di uno specchio.
  9. Alzati e muoviti un poco. Se avverti fastidio o disagio all’ingresso della vagina, il pessario potrebbe essere stato posizionato un po’ troppo in basso. In questo caso, non devi far altro che spingerlo un po’ più in profondità nella vagina, finché non ti senti perfettamente a tuo agio. Una volta che il pessario è stato posizionato in modo corretto, non lo sentirai affatto e ti sembrerà di non averlo, indipendentemente dai tuoi movimenti.

RIMOZIONE DEL PESSARIO AD ANELLO CON SUPPORTO

  1. Assicurati che le mani siano pulite e mettiti nella posizione che ritieni più comoda: in piedi con un piede appoggiato su una sedia, seduta sul water o bidet  o sdraiata sul letto.
  2. Se necessario, lubrifica un po’ la vagina utilizzando un lubrificante a base d’acqua.
  3. Inserisci l’indice della mano dominante nella vagina fino a trovare il bordo dell’anello. Se non riesci a raggiungerlo, spingi come se avessi un movimento intestinale per farlo scendere finché non sei in grado di toccarlo.
  4. Aggancia l’anello con il dito. Tira delicatamente per far inclinare il pessario, quindi continua a tirare verso il basso e un pochino all’indietro (verso il retto) finché il pessario non è completamente fuori dalla vagina.
  5. Per rendere il tutto più facile, puoi anche girare il pessario finché le due tacche non si trovano nella parte anteriore e posteriore della vagina. Piegalo lungo l’asse delle tacche, posizionando il pollice e l’indice sui lati opposti del pessario, quindi estrailo delicatamente dalla vagina.
  6. Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro, quindi lascialo asciugare in uno spazio pulito finché non vuoi utilizzarlo nuovamente. Puoi reinserirlo anche subito o attendere di averne bisogno.

MANUTENZIONE DEL PESSARIO AD ANELLO

Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro.

  1. Prepara una soluzione mescolando sapone neutro con acqua calda.
  2. Immergi il pessario nella soluzione e lascialo in ammollo per 5 minuti.
  3. Pulisci il pessario nell’acqua per almeno 15 secondi servendoti di uno spazzolino a setole morbide (ad esempio, uno spazzolino da denti).
  4. Sciacqualo poi abbondantemente sotto l’acqua corrente per almeno 30 secondi.
  5. Lascia asciugare il pessario.

Se lo desideri, puoi anche utilizzare una soluzione detergente studiata specificamente per la pulizia di dispositivi e accessori intimi.

Anche se il pessario ad anello con supporto può essere portato ininterrottamente per diversi mesi, è sempre meglio rimuoverlo e lavarlo di tanto in tanto (l’intervallo ideale è una settimana).

Precauzioni d’impiego

  • È necessario il supporto di un professionista sanitario per scegliere il pessario giusto e garantire un adeguato follow-up.
  • In caso di infezione o ulcera vaginale è necessario rimandare l’utilizzo del pessario.
  • Non utilizzare il pessario se sei allergica al silicone.
  • Le misure 11, 12 e 13 contengono un’asticella di metallo. Il pessario va rimosso in caso di radiografia o risonanza magnetica.
  • Utilizzare solo gel lubrificante a base d’acqua a contatto con il pessario. Gel lubrificanti di altro tipo (a base di silicone, olio o vaselina) possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale.

INSERIMENTO DEL PESSARIO CUBICO

Durante la consulenza, chiedi al professionista sanitario di insegnarti a inserire il pessario e di fare qualche prova insieme. Inserire e rimuovere un pessario cubico può sembrare difficile all’inizio, come nel caso di un assorbente interno o una coppetta mestruale. Nessuna preoccupazione, basta qualche giorno per abituarsi a maneggiarlo e trovare la tecnica più adatta.

Può essere utile servirsi di uno specchio le prime volte.

Assicurati che le mani siano pulite e asciutte: le mani umide che scivolano sul pessario lo rendono più difficile da maneggiare.

  1. Scegli la posizione che ti sembra più comoda: ad esempio, in piedi con un piede appoggiato su una sedia o sul water, seduta sul water o sul bidet o sdraiata sul letto. Rilassati: non c’è alcun rischio di farsi male durante l’inserimento del pessario. Non ci sono rischi, te la caverai benissimo!
  2. Comprimi il più possibile il cubo tra le dita della mano dominante.
  3. Metti una piccola quantità di lubrificante a base d’acqua sull’estremità del pessario che inserirai per prima nella vagina. Non lubrificare tutta la superficie del pessario, altrimenti questo diventa scivoloso e difficile da maneggiare. Presta particolare attenzione a non utilizzare un gel lubrificante a base di silicone o vaselina (questi prodotti possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale).
  4. Con la mano libera, allarga le piccole labbra per liberare l’ingresso della vagina e facilitarne l’apertura. Avvicina l’estremità lubrificata all’ingresso della vagina.
  5. Inserisci delicatamente l’estremità lubrificata del pessario nella vagina e spingi delicatamente fino a inserire l’intero pessario. Lascia che si dispieghi e che riacquisti così naturalmente la sua forma una volta posizionato all’interno della vagina.
  6. Spingi delicatamente il pessario lungo la parete posteriore della vagina, esercitando una leggera pressione all’indietro (verso la schiena), finché non avverti una certa resistenza. Il pessario si posiziona da sé in modo naturale, non sussiste rischio di posizionarlo in modo errato. Nessuna preoccupazione: la vagina è chiusa dalla cervice e dal cosiddetto “cul-de-sac” o fornice posteriore della vagina. Il pessario non può quindi in alcun modo andare oltre all’interno del corpo.
  7. Alzati e muoviti un poco. Se avverti fastidio o disagio all’ingresso della vagina, il pessario potrebbe essere stato posizionato un po’ troppo in basso. In questo caso, non devi far altro che spingerlo un po’ più in profondità nella vagina, finché non ti senti perfettamente a tuo agio. Una volta che il pessario è stato posizionato in modo corretto, non lo sentirai affatto e ti sembrerà di non averlo, indipendentemente dai tuoi movimenti.

RIMOZIONE DEL PESSARIO CUBICO

  1. Assicurati che le mani siano pulite e mettiti nella posizione che ritieni più comoda: in piedi con un piede appoggiato su una sedia, seduta sul water o sdraiata sul letto.
  2. Se necessario, lubrifica un po’ la vagina utilizzando un lubrificante a base d’acqua.
  3. Con l’aiuto della cordicella in silicone che funge da guida, inserisci l’indice della mano dominante nella vagina fino a raggiungere il pessario. Se non riesci a raggiungerlo, spingi come se avessi un movimento intestinale per farlo scendere finché non sei in grado di toccarlo.
  4. Fai scorrere il dito su tutte le facce del cubo e sulla parete vaginale per rimuovere l’effetto ventosa, quindi pizzica 2 facce simultaneamente con il pollice e l’indice. Tira verso il basso e un pochino all’indietro (verso il retto) finché il pessario non è completamente fuori dalla vagina.
  5. Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro, quindi lascialo asciugare in uno spazio pulito finché non vuoi utilizzarlo nuovamente. Puoi reinserirlo anche subito o attendere di averne bisogno.

MANUTENZIONE DEL PESSARIO CUBICO

Lava il pessario tutte le sere con acqua calda e sapone neutro.

  1. Prepara una soluzione mescolando sapone neutro con acqua calda.
  2. Immergi il pessario nella soluzione e lascialo in ammollo per 5 minuti.
  3. Pulisci il pessario nell’acqua per almeno 15 secondi servendoti di uno spazzolino a setole morbide (ad esempio, uno spazzolino da denti).
  4. Sciacqualo poi abbondantemente sotto l’acqua corrente per almeno 30 secondi.
  5. Lascia asciugare il pessario.

Se lo desideri, puoi anche utilizzare una soluzione detergente studiata specificamente per la pulizia di dispositivi e accessori intimi.

Precauzioni d’impiego

  • È necessario il supporto di un professionista sanitario per scegliere il pessario giusto e garantire un adeguato follow-up.
  • In caso di infezione o ulcera vaginale è necessario rimandare l’utilizzo del pessario.
  • Non utilizzare il pessario se sei allergica al silicone.
  • Non tirare sulla cordicella per rimuovere il pessario.
  • Utilizzare solo gel lubrificante a base d’acqua a contatto con il pessario. Gel lubrificanti di altro tipo (a base di silicone, olio o vaselina) possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale.

INSERIMENTO DEL PESSARIO DISH A PIATTO URETRALE

Inserire un pessario Dish uretrale è molto semplice. Tuttavia, come per tutte le prime volte (ad esempio nel caso di un assorbente interno o di una coppetta mestruale), possono essere necessari alcuni giorni per abituarsi a maneggiarlo e trovare la propria tecnica.

Può essere utile servirsi di uno specchio le prime volte.

Assicurati che le mani siano pulite e asciutte: le mani umide che scivolano sul pessario lo rendono più difficile da maneggiare.

  1. Scegli la posizione che ti sembra più comoda: ad esempio, in piedi con un piede appoggiato su una sedia o sul water, seduta sul water o sul bidet  o sdraiata sul letto. Rilassati: non c’è alcun rischio di farsi male durante l’inserimento del pessario. Non ci sono rischi, te la caverai benissimo!
  2. Con il pollice e l’indice della mano dominante, piega il pessario Dish in due.
  3. Metti una piccola quantità di lubrificante a base d’acqua sull’estremità del pessario di fronte al bottone uretrale. Non lubrificare tutta la superficie del pessario, altrimenti questo diventa scivoloso e difficile da maneggiare. Presta particolare attenzione a non utilizzare un gel lubrificante a base di silicone o vaselina (questi prodotti possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale).
  4. Con la mano libera, allarga le piccole labbra per liberare l’ingresso della vagina e facilitarne l’apertura. Premi delicatamente il fondo della vulva, all’ingresso della vagina.
  5. Inserisci verticalmente l’estremità senza bottone nella vagina e spingi il pessario il più lontano possibile. Usa il dito indice per guidare il pessario lungo la parete posteriore della vagina oltre la cervice fino a raggiungere il “cul-de-sac” o fornice posteriore, verso la schiena. Lascia che il pessario torni alla sua forma originale una volta inserito nella vagina.
  6. Sempre con l’indice, solleva il bottone dietro la sinfisi pubica, nella parte anteriore della cervice.
  7. Nessuna preoccupazione: la vagina è chiusa dalla cervice e dal cosiddetto “cul-de-sac” o fornice posteriore della vagina. Il pessario non può quindi in alcun modo andare oltre all’interno del corpo.
  8. Alzati e muoviti un poco. Se avverti fastidio o disagio all’ingresso della vagina, il pessario potrebbe essere stato posizionato un po’ troppo in basso. In questo caso, non devi far altro che spingerlo un po’ più in profondità nella vagina, finché non ti senti perfettamente a tuo agio. Una volta che il pessario è stato posizionato in modo corretto, non lo sentirai affatto e ti sembrerà di non averlo, indipendentemente dai tuoi movimenti.

RIMOZIONE DEL PESSARIO DISH A PIATTO URETRALE CON SUPPORTO

  1. Assicurati che le mani siano pulite e mettiti nella posizione che ritieni più comoda: in piedi con un piede appoggiato su una sedia, seduta sul water o sdraiata sul letto.
  2. Se necessario, lubrifica un po’ la vagina utilizzando un lubrificante a base d’acqua.
  3. Inserisci l’indice della mano dominante nella vagina fino a trovare il bordo del pessario. Se non riesci a raggiungerlo, spingi come se avessi un movimento intestinale per farlo scendere finché non sei in grado di toccarlo.
  4. Aggancia il pessario con il dito. Tira delicatamente per far inclinare il pessario, quindi continua a tirare verso il basso e un pochino all’indietro (verso il retto) finché il pessario non è completamente fuori dalla vagina.
  5. Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro, quindi lascialo asciugare in uno spazio pulito finché non vuoi utilizzarlo nuovamente. Puoi reinserirlo anche subito o attendere di averne bisogno.

MANUTENZIONE DEL PESSARIO DISH URETRALE CON SUPPORTO

Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro.

  1. Prepara una soluzione mescolando sapone neutro con acqua calda.
  2. Immergi il pessario nella soluzione e lascialo in ammollo per 5 minuti.
  3. Pulisci il pessario nell’acqua per almeno 15 secondi servendoti di uno spazzolino a setole morbide (ad esempio, uno spazzolino da denti).
  4. Sciacqualo poi abbondantemente sotto l’acqua corrente per almeno 30 secondi.
  5. Lascia asciugare il pessario.

Se lo desideri, puoi anche utilizzare una soluzione detergente studiata specificamente per la pulizia di dispositivi e accessori intimi.

Si consiglia di rimuovere e lavare il pessario Dish uretrale con supporto almeno una volta alla settimana.

Precauzioni d’impiego

  • È necessario il supporto di un professionista sanitario per scegliere il pessario giusto e garantire un adeguato follow-up.
  • In caso di infezione o ulcera vaginale è necessario rimandare l’utilizzo del pessario.
  • Non utilizzare il pessario se sei allergica al silicone.
  • Utilizzare solo gel lubrificante a base d’acqua a contatto con il pessario. Gel lubrificanti di altro tipo (a base di silicone, olio o vaselina) possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale.
  • Quando ti muovi anche il pessario si muove con te: controlla regolarmente che il bottone sia sempre posizionato nel posto giusto, sotto l’uretra, in modo che sia sempre efficiente. Se necessario, gira il pessario fino a quando il bottone è posizionato in modo corretto.

INSERIMENTO DEL PESSARIO DONUT

Può essere utile servirsi di uno specchio le prime volte.

Assicurati che le mani siano pulite e asciutte: le mani umide che scivolano sul pessario lo rendono più difficile da maneggiare.

  1. Scegli la posizione che ti sembra più comoda: ad esempio, in piedi con un piede appoggiato su una sedia o sul water, seduta sul water o sul bidet  o sdraiata sul letto. Rilassati: non c’è alcun rischio di farsi male durante l’inserimento del pessario. Non ci sono rischi, te la caverai benissimo!
  2. Tieni il pessario Donut con la mano dominante, posiziona l’indice nel foro al centro della ciambella e il pollice sul lato.
  3. Metti una piccola quantità di lubrificante a base d’acqua sull’estremità del pessario che inserirai per prima nella vagina. Non lubrificare tutta la superficie del pessario, altrimenti questo diventa scivoloso e difficile da maneggiare. Presta particolare attenzione a non utilizzare un gel lubrificante a base di silicone o vaselina (questi prodotti possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale).
  4. Con la mano libera, allarga le piccole labbra per liberare l’ingresso della vagina e facilitarne l’apertura. Premi il fondo della vulva, all’ingresso della vagina.
  5. Avvicina l’estremità lubrificata all’ingresso della vagina tenendo il pessario parallelo alla fessura vulvare (senso longitudinale). Inserisci delicatamente l’estremità lubrificata del pessario nella vagina e spingi delicatamente fino a quando non viene inserito del tutto.
  6. Spingi delicatamente il pessario lungo la parete posteriore della vagina, esercitando una leggera pressione all’indietro (verso la schiena) e spingendolo più che puoi, fino alla cervice. Il pessario si posiziona da sé in modo naturale, non sussiste rischio di posizionarlo in modo errato. Nessuna preoccupazione: la vagina è chiusa dalla cervice e dal cosiddetto “cul-de-sac” o fornice posteriore della vagina. Il pessario non può quindi in alcun modo andare oltre all’interno del corpo.
  7. Alzati e muoviti un poco. Se avverti fastidio o disagio all’ingresso della vagina, il pessario potrebbe essere stato posizionato un po’ troppo in basso. In questo caso, non devi far altro che spingerlo un po’ più in profondità nella vagina, finché non ti senti perfettamente a tuo agio. Una volta che il pessario è stato posizionato in modo corretto, non lo sentirai affatto e ti sembrerà di non averlo, indipendentemente dai tuoi movimenti.

RIMOZIONE DEL PESSARIO DONUT

  1. Assicurati che le mani siano pulite e mettiti nella posizione che ritieni più comoda: in piedi con un piede appoggiato su una sedia, seduta sul watero sul bidet  o sdraiata sul letto.
  2. Se necessario, lubrifica un po’ la vagina utilizzando un lubrificante a base d’acqua.
  3. Inserisci l’indice della mano dominante nella vagina fino a trovare il pessario. Se non riesci a raggiungerlo, spingi come se avessi un movimento intestinale per farlo scendere finché non sei in grado di toccarlo.
  4. Inserisci l’indice al centro del pessario Donut a forma di ciambella e aggancialo. Se necessario, usa il pollice per afferrare il pessario e pizzicalo, quindi tira delicatamente per far inclinare il pessario. Continua a tirare verso il basso e un pochino all’indietro (verso il retto) finché il pessario non è completamente fuori dalla vagina.
  5. Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro, quindi lascialo asciugare in uno spazio pulito finché non vuoi utilizzarlo nuovamente. Puoi reinserirlo anche subito o attendere di averne bisogno.

MANUTENZIONE DEL PESSARIO DONUT

Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro.

  1. Prepara una soluzione mescolando sapone neutro con acqua calda.
  2. Immergi il pessario nella soluzione e lascialo in ammollo per 5 minuti.
  3. Pulisci il pessario nell’acqua per almeno 15 secondi servendoti di uno spazzolino a setole morbide (ad esempio, uno spazzolino da denti).
  4. Sciacqualo poi abbondantemente sotto l’acqua corrente per almeno 30 secondi.
  5. Lascia asciugare il pessario.

Se lo desideri, puoi anche utilizzare una soluzione detergente studiata specificamente per la pulizia di dispositivi e accessori intimi.

Anche se il pessario Donut a ciambella può essere portato ininterrottamente per diversi mesi, è sempre meglio rimuoverlo e lavarlo di tanto in tanto (l’intervallo ideale è una settimana).

Precauzioni d’impiego

    • È necessario il supporto di un professionista sanitario per scegliere il pessario giusto e garantire un adeguato follow-up.
    • In caso di infezione o ulcera vaginale è necessario rimandare l’utilizzo del pessario.
    • Non utilizzare il pessario se sei allergica al silicone.
    • Utilizzare solo gel lubrificante a base d’acqua a contatto con il pessario. Gel lubrificanti di altro tipo (a base di silicone, olio o vaselina) possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale.

INSERIMENTO DEL PESSARIO DI GELLHORN

Può essere utile servirsi di uno specchio le prime volte.

Nessuna preoccupazione: la vagina è chiusa dalla cervice e dal cosiddetto “cul-de-sac” o fornice posteriore della vagina. Il pessario non può quindi in alcun modo andare oltre all’interno del corpo, impossibile sbagliare.

Assicurati che le mani siano pulite e asciutte: le mani umide che scivolano sul pessario lo rendono più difficile da maneggiare.

  1. Scegli la posizione che ti sembra più comoda: ad esempio, in piedi con un piede appoggiato su una sedia o sul water, seduta sul water o sul bidet  o sdraiata sul letto. Rilassati: non c’è alcun rischio di farsi male durante l’inserimento del pessario. Non ci sono rischi, te la caverai benissimo!
  2. Tieni  lo stelo del pessario di Gellhorn con il pollice e l’indice della mano dominante.
  3. Metti una piccola quantità di lubrificante a base d’acqua sull’estremità del pessario che inserirai per prima nella vagina. Non lubrificare tutta la superficie del pessario, altrimenti questo diventa scivoloso e difficile da maneggiare. Presta particolare attenzione a non utilizzare un gel lubrificante a base di silicone o vaselina (questi prodotti possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale).
  4. Con la mano libera, allarga le piccole labbra per liberare l’ingresso della vagina e facilitarne l’apertura. Premi il fondo della vulva, all’ingresso della vagina.
  5. Avvicina l’estremità lubrificata dell’ingresso della vagina tenendo il disco parallelo alla fessura vulvare (verticalmente). Inserisci delicatamente l’estremità lubrificata del disco nella vagina e spingi delicatamente fino a quando non viene inserito del tutto.
  6. Una volta che il disco è stato inserito nella vagina, spingi  lo stelo verso l’interno e fai salire il pessario spingendo delicatamente lungo la parete posteriore della vagina ed esercitando una leggera pressione all’indietro (verso la schiena), fino a raggiungere la cervice, in modo che soltanto l’estremità dello stelo sia visibile all’ingresso della vagina.
  7. Alzati e muoviti un poco. Se avverti fastidio o disagio all’ingresso della vagina, il pessario potrebbe essere stato posizionato un po’ troppo in basso. In questo caso, non devi far altro che spingerlo un po’ più in profondità nella vagina, finché non ti senti perfettamente a tuo agio. Una volta che il pessario è stato posizionato in modo corretto, non lo sentirai affatto e ti sembrerà di non averlo, indipendentemente dai tuoi movimenti.

RIMOZIONE DEL PESSARIO DI GELLHORN

  1. Assicurati che le mani siano pulite e mettiti nella posizione che ritieni più comoda: in piedi con un piede appoggiato su una sedia, seduta sul water o sul bidet  o sdraiata sul letto.
  2. Se necessario, lubrifica un po’ la vagina utilizzando un lubrificante a base d’acqua.
  3. Inserisci l’indice della mano dominante nella vagina fino a trovare il pessario. Se non riesci a raggiungerlo, spingi come se avessi un movimento intestinale per farlo scendere finché non sei in grado di toccarlo.
  4. Afferra lo stelo con il pollice e l’indice e tira delicatamente per far inclinare il pessario. Continua a tirare verso il basso e un pochino all’indietro (verso il retto) finché il pessario non è completamente fuori dalla vagina.
  5. Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro, quindi lascialo asciugare in uno spazio pulito finché non vuoi utilizzarlo nuovamente. Puoi reinserirlo anche subito o attendere di averne bisogno.

MANUTENZIONE DEL PESSARIO DI GELLHORN

Lava il pessario con acqua calda e sapone neutro.

  1. Prepara una soluzione mescolando sapone neutro con acqua calda.
  2. Immergi il pessario nella soluzione e lascialo in ammollo per 5 minuti.
  3. Pulisci il pessario nell’acqua per almeno 15 secondi servendoti di uno spazzolino a setole morbide (ad esempio, uno spazzolino da denti).
  4. Sciacqualo poi abbondantemente sotto l’acqua corrente per almeno 30 secondi.
  5. Lascia asciugare il pessario.

Se lo desideri, puoi anche utilizzare una soluzione detergente studiata specificamente per la pulizia di dispositivi e accessori intimi.

Anche se il pessario di Gellhorn può essere portato ininterrottamente per diversi mesi, è sempre meglio rimuoverlo e lavarlo di tanto in tanto (l’intervallo ideale è una volta settimana).

Precauzioni d’impiego

  • È necessario il supporto di un professionista sanitario per scegliere il pessario giusto e garantire un adeguato follow-up.
  • In caso di infezione o ulcera vaginale è necessario rimandare l’utilizzo del pessario.
  • Non utilizzare il pessario se sei allergica al silicone.
  • Utilizzare solo gel lubrificante a base d’acqua a contatto con il pessario. Gel lubrificanti di altro tipo (a base di silicone, olio o vaselina) possono infatti danneggiare il pessario e sono meno tollerati dalla mucosa vaginale.

Découvrez nos formations pessaires !

Nous organisons régulièrement des ateliers théoriques et pratiques pour aider les professionnels de santé qui le souhaitent à se familiariser avec les pessaires et à proposer des consultations adaptées à leurs patientes. Ces ateliers sont animés par un professionnel de santé spécialisé.